Il falso benessere

“Il falso benessere” , 2006, metallo scolpito, 54 x 34 x 43

L’uomo devastato dal progresso, una piovra che pian piano ci sta inghiottendo. Siamo rimasti in bilico da tre fili elettrici e l’apparenza di una elegante cravatta che quasi ci soffoca. Siamo schiavizzati dall’energia elettrica, dai computer. Se tutto ciò si dovesse fermare la nostra vita improvvisamente, si arresterebbe.

In questa società abbiamo veramente tutto, ma ci manca la semplicità delle cose essenziali che sicuramente non si conquistano con il benessere, ecco perché molte volte ci sentiamo soli, tristi e sempre in cerca di qualcosa in più che non possiamo mai avere.firma_nera

Comments are closed.